Home >> Arte da salvare >> Restauri in corso d'opera >> San Domenico Riceve il Rosario, di Nelli
 San Domenico Riceve il Rosario, di Plautilla Nelli (c. 1570)

San Domenico Riceve il Rosario, di Plautilla Nelli (c. 1570)

San Domenico Riceve il Rosario, di Nelli

SHARE
Facebook
Twitter
Un tesoro d'arte domenicana nel Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto a Firenze. Trovato in uno stato di conservazione quasi disperato nei depositi di San Salvi, l’opera presentava massicce ridipinture, eseguite in un restauro precedente per compensare grandi perdite di colore. Esposta per secoli all’incuria, la lunetta era stata ricoperta dai resti di piccioni la cui acidità aveva corroso la superficie dipinta in più punti. San Domenico, fondatore dell’Ordine Domenicano a cui la pittrice apparteneva, era noto per le visioni avute della Vergine Maria che lo aveva invitato a promuovere la recita del rosario. La lunetta fa parte di un trittico commissionato da Suor Angelica Viola, priora del convento negli anni settanta del Cinquecento. La prospettiva in cui è dipinta la scena fa pensare che l’opera fosse posta molto in alto, mentre le pennellate della Nelli richiamano quelle di un affresco. Olio su tavola. Dimensioni: 147 x 231 cm.

Introdotta nelle tradizioni spirituali

L'arte devozionale di Nelli rende omaggio al patrono del suo ordine.

L’eredità di un artigiano
 

Gli artigiani di oggi valorizzano i tesori del passato.

Cosa ci dicono di Nelli le lunette di San Domenico

Il primo punto di riferimento di AWA è sempre il conservatore.