Home >> Arte da salvare >> Come posso collaborare? >> The First Last di Nelli >> La raccolta fondi The First Last

19 nazioni si uniscono per "salvare" Nelli

La campagna di raccolta fondi 'TheFirstLast' è stata lanciata dalla Fondazione Advancing Women Artists il 1 Marzo 2017, e la Fase 1 si è conclusa 3 mesi dopo, esattamente alla mezzanotte della domenica di Pasqua. 409 donatori da 19 nazioni hanno partecipato a questa campagna... la loro consapevolezza è diventata un concreto gesto d'amore. Grazie ai 66810 dollari raccolti, la Fondazione AWA ed il suo numeroso 'team di restauro' possono lavorare insieme per salvaguardare questo fondamentale esempio di talento artistico al femminile, e ridare a Plautilla Nelli il riconoscimento che ebbe durante la sua vita, come evidenziato dal primo storico italiano Giorgio Vasari nella sua opera 'Vite'. Questa Ultima Cena sarà un omaggio a Firenze, la città amata da Nelli, e una volta completato il restauro, verrà definitivamente esposta nel recentemente rinnovato Museo di Santa Maria Novella, un ambiente iconico nel cuore di Firenze, che rappresenta tutta la bellezza e la cultura di una delle capitali d'arte più amate al mondo.

Qui il video che racconta la storia dei 45 giorni della campagna a Firenze:


Il Libro dei donatori 'The First Last'… per adesso…

Il nostro team di restauro cresce costantemente. La versione online del libro dei donatori di "The First Last" è aggiornata periodicamente con i nomi dei nuovi sponsor del progetto. Dateci un'occhiata!

La versione fisica di tale Albo dei donatori di 'The First Last' farà parte della collezione della Biblioteca Domenicana di Santa Maria Novella. Wuando? Non appena il restauro dell'Ultima Cena di Nelli sarà completato. Aperta all'epoca di Plautilla, la biblioteca era diventata uno 'studium generale' già nel XIII secolo e funzionava a pieno titolo come un'università, avendo il potere di concedere diplomi accademici ai propri studenti. Nelli, una suora Domenicana che ottenne commissioni per il suo ordine, sarebbe stata probabilmente orgogliosa dell'appartenenza di questo Albo alla prestigiosa collezione della biblioteca.

Tutti noi di AWA vorremmo partecipare ringraziando ognuno dei Donatori di 'The First Last'!

L'Ultima Cena di Nelli – Una Meraviglia

Lo storico dell'arte Giorgio Vasari conobbe Nelli e la menziona nel suo 'Vite'. Lui scrive scrupolosamente: "avrebbe fatto cose meravigliose se avesse avuto l'opportunità, come per gli uomini, di studiare e dedicarsi a disegnare e ritrarre cose viventi e naturali. È anche chiaro che nei suoi dipinti i volti e le caratteristiche delle donne sono migliori e hanno una verosimiglianza molto maggiore rispetto a quelli degli uomini, perché era libera di studiare le donne del suo tempo. Alcuni dei volti di donne nelle sue opere sono ritratti ... Nonostante il fatto che l'artista, essendo una donna, priva della pratica nella pittura nella vita, questi sono dipinti così bene che nessuno avrebbe potuto chiedere di più." Vasari racconta di ciò che conosce, avendo visitato il suo convento, alle cui pareti erano presenti molte delle sue opere. Egli riferisce di come Nelli sia stata un'autodidatta della pittura, iniziando con piccoli lavori di imitazione ed arrivando poi, col tempo e l'impegno, a più grandi e ambiziosi pezzi, come la sua Ultima Cena.

Guarda! Scopri di più su 'The First Last'


Menzioni d'onore

Sinceri ringraziamenti a tutti coloro che hanno fatto uno sforzo concreto per ricordare le donne artiste dimenticate dalla storia e che hanno appoggiato la nostra campagna, enormemente aiutata dall'impegno dei nostri sponsor. Sulla scena di Firenze, una menzione particolare va al sindaco Dario Nardella, all'attrice fiorentina Elena Sofia Ricci e all'Assessore alle Pari Opportunità, Sara Funaro, oltre al Comune di Firenze e il suo Museo civico, incaricato di curare la conservazione. Condividiamo questa 'vittoria' con Flod, l'agenzia di comunicazione che ha curato l'intera campagna e con i nostri 'partner storici': il Medici Dynasty Show, la Casa dell'Orafo Nerdi, la profumeria artigianale AquaFlor, Palazzo Spinelli, l'hotel Savoy di Rocco Forte Hotels e The Florentine, il giornale in lingua inglese di Firenze e della Toscana.

Sul fronte statunitense una menzione al membro del Consiglio di AWA, Cay Fortune, che negli ultimi 45 giorni ha ispirato la creazione del programma 'Adotta un Apostolo', 'adottando' personalmente la figura di San Giovanni, con una donazione di 10000 dollari. I fondi raccolti tramite questo programma continueranno a supportare anche la documentazione del restauro, includendo materiale audio-visivo, una pubblicazione a colori e documentari televisivi. Mark Gordon Smith, Presidente del Private Italy Tours LTD ha spinto la campagna oltre la cifra obiettivo, con una consistente donazione in memoria della propria madre, l'artista Helen D. Smith. A seguito di una diagnosi di cancro quando la sua famiglia viveva a Tirrenia negli anni 50, non le fu più possibile tornare nell'amata Italia. "La nostra donazione,” spiega Mark, "è fatta nella speranza che tutte le donne siano ispirate dalla storia di una artista il cui genio comincia solo ora a venire alla luce, ed il cui amore per l'arte ha creato una tale eredità."