Ci sono voluti sei uomini per trasportare l'ultima cena allo studio

Santi dal vivo!

SHARE
Facebook
Twitter
Gli apostoli di Plautilla Nelli sono a grandezza naturale. Come li ha dipinti? Per riportarli sulla tela ha certamente avuto bisogno di far costruire un’impalcatura su cui salire per dipingere le parti superiori dei corpi…e stiamo parlando di un’artista senza conoscenze in campo anatomico! Infatti era, oltre che scandaloso, anche proibito per le donne dell’epoca (e ancor più per una monaca) disegnare dal vivo il corpo umano maschile nella sua interezza. Si pensa che la Nelli abbia usato modelli femminili, ma l’artista ha sicuramente avuto contatti con uomini in quanto il convento divenne di clausura solo nell’ultima parte della sua vita. La nostra restauratrice ritiene che abbia avuto bisogno di aiuto maschile per distendere la tela lunga ben 7 metri. Per farla entrare nel laboratorio di restauro noi abbiamo avuto bisogno dell’aiuto di sei uomini: la tela (senza cornice!) pesa 86 chili. Il progetto “Adotta un apostolo” è un grande gesto per un ancor più grande capolavoro. Se i santi della Nelli potessero parlare, chissà cosa ci racconterebbero…