Home >> Arte da salvare >> Come posso collaborare?

La restauratrice Rossella Lari al lavoro su un’opera della prima pittrice fiorentina Plautilla Nelli.

Come posso collaborare?

SHARE
Facebook
Twitter
Artiste pioniere e le loro storie. Nella nostra aggiornata lista puoi conoscere le opere che a Firenze stanno aspettando di essere salvate. Per AWA il restauro e la salvaguardia dell’arte sono la condizione essenziale per riconoscere chi l’ha creata e trasmetterla alle future generazioni. Inoltre, il lavoro di restauro fatto con amore diventa un vero e proprio colloquio con l’artista. Come afferma la nostra restauratrice Elizabeth Wicks , “restaurando un quadro si raggiunge una sorta d’intimità con l’artista e col suo processo creativo”. Il “menu d’artiste” che proponiamo qui conduce gli amanti dell’arte dalle soffitte di Palazzo Pitti agli scantinati degli Uffizi e nelle sale di molte magnifiche residenze fiorentine, in un vero e proprio itinerario emozionante di scoperta. Inattesi risultati di ricerche d’archivio possono condurre a rivelazioni sorprendenti, mentre capire la pennellata di un’artista può veramente dischiudere alla conoscenza della sua pittura in modo più ampio. Salvare le opere delle artiste è un modo affascinante per arrivare attraverso vie inaspettate al cuore di Firenze e della sua storia.

Nelli's The First Last
 

'The First Last' è un progetto multilivello per salvare l'Ultima Cena di Plautilla Nelli (1560).

"Annunciazione" di Plautilla Nelli
 

Nelli poté diventare pittrice grazie al fatto di essere una monaca: solo così infatti era in grado di ricevere commissioni.

La “Crocifissione“ di Plautilla Nelli
 

L’eccezione alla regola. Fu grazie al suo stato di monaca che Plautilla Nelli poté diventare una vera artista.


Maria van Oosterwyck

Come riuscì la Oosterwyck a rompere le consuetudini?
 

Antonietta Brandeis

Diffondeva le sue opere sotto lo pseudonimo di “Antonio” non volendo essere celebrata perché artista donna.

Il San Francesco di Anna Piattoli

Per Anna Piattoli l’arte era una “questione di famiglia”.
 


Dando voce ad artiste storiche, AWA salva e recupera la "metà nascosta" dell'arte di Firenze.

Testo alternativo
Testo alternativo
Testo alternativo
.