Home >> Chi siamo >> I nostri maggiori Sostenitori >> Katherine e Kari Haataja

Katherine e Kari Haataja

SHARE
Facebook
Twitter
'Sostenere l'arte in tutte le sue forme'

L'ultimo degli apostoli di Nelli a cui mancava una 'casa' era San Simone, una sorta di "apostolo misterioso" con solo quattro riferimenti nella Bibbia. Gli studiosi hanno ipotizzato che Simone fosse associato ai Sicarii, un gruppo di assassini che contrastavano il dominio romano, cercando di addossargli i loro omicidi. La loro tattica consisteva nel mescolarsi nelle folle durante le feste, scivolare dietro una vittima, quindi ucciderla con il loro Sica, un coltello corto e curvo. Saranno state le dimensioni operistiche di questa macabra teoria ad attrarre gli adottanti Katherine e Kari Haataja?

Non estranea alla promozione di artisti in lotta, Katherine è una mezzosoprano finlandese che nel 2006 ha fondato "Operosa", un festival di musica classica ed opera che ha trovato una casa fissa in Montenegro. Lo scopo di Operosa è incoraggiare i giovani talenti dell'opera a portare una forma d'arte classica ad un nuovo pubblico - proprio come AWA porta alla luce opere dimenticate, rendendole accessibili alle nuove generazioni di amanti dell'arte.

Sia Katherine che suo marito Kari, un collega finlandese, sono assidui viaggiatori e parlano varie lingue. Attualmente vivono a Muscat, in Oman, dove Kari ha interessi in diverse operazioni minerarie. I precedenti sforzi li hanno portati, insieme ai loro due figli, in Bulgaria, Serbia, Russia, Londra e Parigi. Tornano anche spesso in Finlandia per dedicarsi al loro amore per lo sci e altri sport invernali.

La loro apertura a nuove avventure, alle sfide e all'apprezzamento per la creatività nelle sue molteplici forme, ha fatto sì che Katherine e Kari fossero felici di adottare non solo Simon, ma anche l’intera a missione di AWA.