Jane Adams

SHARE
Facebook
Twitter
'Una chimica e una casa spirituale'

Jane Adams, che ha gestito i rapporti con i partner di AWA dall'autunno 2015, ha deciso di onorare la nonna Josephine O'Brien, con l'adozione del San Bartolomeo di Nelli. "Era una chimica di Dublino", spiega Jane, "e penso che sarebbe stata interessata a come Nelli, un'artista autodidatta, aveva imparato a mescolare i pigmenti per realizzare le proprie vernici. Quando il marito di Josephine, Alfred Clarke, un pilota della Royal Airforce durante la seconda guerra mondiale, fu abbattuto in volo e non fu più ritrovato, mia madre Freda e sua sorella Pat ricevettero un’istruzione, grazie ad un finanziamento della RAF, in un convento di suore. Fu data una borsa di studio per il fatto che loro padre era stato ucciso in guerra.

A Josephine sarebbe piaciuta l'idea del convento rinascimentale di Nelli come centro per la creatività femminile. Lei era l’unica tra i miei nonni a non essere stata uccisa in guerra, e vorrei che il ricordo della sua influenza nella mia vita continuasse a vivere grazie alla mia adozione di San Bartolomeo, un apostolo poco conosciuto. Credo che Nelli abbia messo particolare attenzione nel dipingerlo, come un modo per onorare Fra' Bartolomeo, di cui ereditò 500 disegni. Vedo molti eroi sconosciuti ogni giorno, nel mio lavoro con AWA… le guardie del museo che nessuno nota, archivisti, restauratori... per non parlare delle artiste stesse. San Bartolomeo è anche per loro. E quando Nelli sarà esposta nel Museo di Santa Maria Novella, i miei figli Josephine e Giovanni, che sono nati e cresciuti in Toscana ma ora stanno studiando in Inghilterra, avranno una casa spirituale in cui tornare: l'arte di Nelli!" Josephine studia Storia dell'arte alla Goldsmith's University e Giovanni è un carismatico portiere, studente di Scienze sportive, che sogna di giocare per l'Inghilterra o l'Italia. La loro madre: una pedina sulla scacchiera di Nelli a beneficio dell'arte delle donne!